Il protagonista assoluto della rassegna nazionale juniores italiana è stato a tutti gli effetti Adrien Bannister (170,21), salito di colpi in maniera esponenziale rispetto alle precedenti uscite stagionali.

Il quindicenne di stanza a Sesto San Giovanni, vincitore di entrambi i segmenti di gara, è stato autore di un programma libero di elevato spessore tecnico e di indiscussa valenza internazionale nel corso del quale ha completato due doppi axel e sei salti tripli, tra cui un lutz di qualità e una combinazione triplo salchow/euler/doppio salchow eseguita nella seconda metà della musica.

Bannister ha inflitto una ventina di lunghezze di distacco al sedicenne scuola Egna Alessandro Fadini (150,99),

Leave a Reply